Francesca Patton
Francesca Patton, writer

Francesca Patton was born in Trento, Northern Italy, in 1984. She has a degree in Philosophy and the Languages of Modernity and one in Italian Literature. She has worked for many years in the field of Multimedia Communication and is currently a journalist by profession, working with several cultural magazines. Francesca is also the Director of the Italian quarterly magazine, Pine’ Sover Notizie.

Long of the opinion that in order to change the world one has first to change oneself, she has conducted extensive research into the evolution of the Inner Self and the quest for individual and social freedom.

She wrote her first poems when just nine years old and at sixteen, her first novel. This led to a deep love for writing, which became an integral part of her growth process: words became precious shells to be collected with care and cherished over time, to discover what they really meant; to open up a world of fairy tales and then to be released back into the sea.

Mindful of the social problems afflicting our society today, Francesca holds classes on Italian for foreigners, organises workshops on writing therapy for children and adults and conducts animated reading groups for young children.

In 2017 Francesca started a crowdfunding campaign for her new fantasy novel Lanterna di Luce (A New Light) in collaboration with the illustrator Elisa Algarotti. The campaign is available in English on our website by clicking here.

Publications and awards
2009: Dalla Nausea all’Indifferenza, analisi comparata de La Nausée di Sartre e Les Particules elementaires di Houellebecq, Ancora Editore (Milan).
2010: Viaggi diVersi, testi della scuola di poesia, Trento.
2014: Mi chiamo Abdul (My Name is Abdul), special mention from the jury at the 22nd Edition of the Turin International Peace, Interaction and Solidarity Poetry Competition Award.
2015: Il magico mondo di Nyu (The Magical World of Nyu), Europa Edizioni (Rome).
2015: Winner in the non-fiction section of the 2016 edition of the Iguana Award in Prata Sannita, Italy, with the philosophical work, Dalla Nausea all’Indifferenza, analisi comparata de La Nausée di Sartre e Les Particules elementaires di Houellebecq.
2015: Participation in the 10th edition of the Summer School of Philosophical Training in Castel di Sangro, Italy.
2015: Gli appesi special mention from the jury at the Leggimontagna Award (13^ edition). The short story was then pubblished in the booklet Sensazioni narrate 7.
2016: Participation at the Turin International Book Fair with the book, Il Magico Mondo di Nyu.
2016: Liberi di essere liberi: storia di una ex fumatrice (Free to be Free: Story of an Ex-Smoker), Mandragora Editore (Florence).
2017: A mio padre (To My Father) special mention from the jury at the 24th edition of the National Award for Literature on Love, Turin, Italy.
2018: Following a successful crowdfunding campaign in collaboration with Stillarte, Francesca published her book, Lanterna di Luce (A New Light), a fantasy about personal desires; illustrations by Elisa Algarotti (also a Stillarte artist). The book is available in semi-hardback copy or as an e-book directly from Stillarte and from other sources.

Talking Heads

“Dalla nausea all’indifferenza” apporte un éclairage intéressante et juste sur l’oeuvre de Michel Houellebecq”. (Michelle Levy, Président Les Amis de Michel Houellebecq)

“Liberi di essere liberi”, di Francesca Patton, è un agile libretto che ha il pregio non comune di farsi leggere in un paio d’ore con grande facilità e partecipazione, dal momento che tratta un argomento che ha toccato da vicino molti di noi, anzi forse la maggioranza di noi (sono anch’io un ex-fumatore), e che riguarda ancora direttamente moltissime persone. E’ evidente che ciascuno di coloro che, fumatori, ha smesso di fumare ha seguito un percorso logico e psicologico individuale e assolutamente singolo. Ma appare subito chiaro, fin dalle primissime righe che enunciano il problema e la volontà di superarlo, come il percorso liberatorio di Francesca abbia seguito una strada maestra lucidamente ben delineata che tutti coloro che desiderano affrancarsi dalla schiavitù del fumo può valutare e provare a seguire, ritengo con successo. E seppure, ripeto, il percorso di liberazione dal fumo sia individuale e unico, il racconto – in toni piani e sereni – del modo in cui uno di noi lo ha attraversato vittoriosamente, non può che costituire uno stimolo fortemente positivo per coloro che vogliono affrontare lo stesso cammino. (Alfredo Baldi, Italian cinema historian)

I libri di Francesca Patton mi hanno fatto riflettere sull’importanza dell’educazione, come in “Liberi di essere liberi” in cui emerge quanto sia difficile volersi bene perché il fumo uccide e anch’io ho avuto la mia breve esperienza da fumatore…certo da ragazzi è un proiettarsi in avanti…e non è nemmeno questo il male peggiore, sono gli adulti che non sanno cosa sia il rispetto per se stessi e per l’ambiente, che inquinano lanciando ovunque i loro mozziconi..Il fumo uccide, ma è l’ignoranza la cosa peggiore! E qui mi vengono alla mente alcune pagine de “Il magico mondo di Nyu”, dove è splendido il rapporto tra uomo e natura… (Gilberto Simoni, Giro d’Italia winner in 2001 and 2003)

“Il magico mondo di Nyu” è una ricerca su se stessi, ma anche un preciso atto d’accusa a una civiltà che ha piegato, sino a piagarlo, l’ambiente ai suoi interessi. (Renzo Maria Grosselli, Journalist, l’Adige)

“Nyu rappresenta ognuno di noi quando eravamo innocenti e alla ricerca di noi stessi”. (Mirna Moretti, Blogger)

Excerpt: “Liberi di essere liberi, storia di una ex fumatrice”

La vita è un po’ come un’onda: si diviene costantemente mantenendo intatte le basi, anche se al termine del cammino le basi stesse sembrano mutate. Forse è per questo motivo che adoro il mare, che adoro osservare l’oceano, il suo fruscio, il suo dondolio.
Cerco la pace, cerco l’oceano.
Cerco l’infinito movimento davanti ai miei occhi.

L’autunno ha dei colori magnifici. Le foglie, con quei colori estremamente vitali: gialle, rosse e ambrate. Un caleidoscopio di vita che danza sugli alberi. Le piante sono sempre vive. E di notte, quale meraviglia osservarle!
Illuminate dalla Luna sembrano bisbigliare tra loro parole che sanno di incanto, di sogni argentei.
E poi il vento che arriva e lento le scuote, le asciuga e dolcemente le accarezza.
Mi sento parte di un tutto.

Read more

Portfolio

Lanterna di Luce

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *